Le Germandine - le virtù nascoste del Rosmarino

15/03/2017

Le Germandine - le virtù nascoste del Rosmarino


Virtù nascoste del Rosmarino

Coltivato negli orti e nei giardini fin dall’epoca di Greci e Romani, il Rosmarinus officinalis, veniva bruciato nell’antichità come l’incenso e usato nella preparazione di corone e ornamenti durante le cerimonie religiose dedicate al culto di Afrodite. Infatti questa piante era dedicata alle dea dell’Amore e per questo  considerata in possesso di poter afrodisiaci, entrando nei più svariati filtri d’amore e nelle ricette propiziatorie: dall’olio che ne ricavavano gli Etruschi, all’ “acqua celeste”di Caterina Sforza.

Dai litorali mediterranei, dove cresce spontaneo come sulle ripide rocce calcaree del Parco dell’Alberese, durante il Medioevo, passò agli “hortuli” dei conventi, dove veniva coltivato per le sue proprietà terapeutiche.

Oggi il Rosmarino viene ampiamente usato in cucina per l’inconfondibile aroma che fornisce a piatti di carne, pesce e verdure. Si può anche usare per la preparazione di focacce, salse e per aromatizzare olio, aceto e vino.

Dal Rosmarino si ottengono estratti usati in prodotti cosmetici, in liquori e prodotti fitoterapici per le sue proprietà aromatizzanti, digestive, antispasmodiche e stimolanti. Per uso esterno è utile in caso di contusioni, dolori articolari e reumatismi. Le lozioni a base di Rosmarino vengono usate per purificare la pelle e nella preparazione di dentifrici e colluttori.

Azienda Agricola Le Germandine

Scilla

germandine@gmail.com